Estragolo: Dove è Presente Questa Sostanza Cancerogena?

Estragolo: Dove è Presente Questa Sostanza Cancerogena?

L’estragolo sta preoccupando i maggiori consumatori di basilico e di tisane al finocchio. Pare proprio che questa sostanza, se consumata in dosi massicce, sia altamente cancerogena. Andiamo a scoprire insieme quanto fare attenzione, soprattutto agli alimenti che abbiamo appena citato.

Un recente studio, ha messo in allarme tutti: dopotutto, chi non ama il pesto? E chi non si concede una tisana al finocchio prima di dormire? Entrambi hanno benefici davvero importanti per il nostro organismo e non vorremmo rinunciarci.

Estragolo: sostanza cancerogena?

Ecco a cosa dovete fare attenzione

La Liguria vive grazie al basilico e al famoso pesto alla genovese. Tantissime donne e uomini assumono la tisana al finocchio, da sempre considerata un potente digestivo. Ebbene, dobbiamo avvertirvi su un paio di cose.

Il basilico essiccato potrebbe non essere così salutare come si è sempre creduto. Gli esperti avvertono: non bisogna assolutamente consumare le piantine inferiori ai 10 cm. È inoltre sconsigliato l’uso delle foglie giovani e piccole, perché potrebbero contenere il metileugenolo, una sostanza altamente cancerogena.

Normalmente, quest’ultima sparisce grazie alla crescita spontanea e naturale della pianta. Il basilico è da sempre considerato importantissimo sia per la cucina regionale ligure sia per il nostro organismo.

Il basilico è importante per il nostro organismo

I suoi numerosi benefici lo rendono perfetto

I suoi benefici sono i seguenti:

  • Viene utilizzato in caso di artrite delle articolazioni;
  • Aiuta in caso di infiammazioni alle vie respiratorie, come bronchite, asma, tosse;
  • Se soffrite di disturbi al sistema nervoso, come ansia, stress e insonnia, il basilico aiuta molto;
  • Il beta-carotene contenuto nel basilico stimola una perfetta circolazione sanguigna;
  • Chi soffre di gas intestinali, può ricorrere al basilico, perché mantiene la digestione attiva;
  • Per le mamme, è molto utile in fase di allattamento, perché aiuta la produzione di latte.

Dobbiamo purtroppo avvertirvi anche per la tisana al finocchio, come abbiamo detto prima. I principi attivi contenuti dal finocchio sono veramente numerosi e fanno benissimo al nostro organismo.

Tuttavia, la presenza dell’estragolo nell’olio essenziale ha generato il panico e il caos, dopo la pubblicazione degli studi secondo i quali questa sostanza potrebbe avere effetti cancerogeni.

Amate le tisane al finocchio? Attenzione!

Compratele a basso contenuto di estragolo

La tisana al finocchio è utile soprattutto alla digestione. Sono in molti a utilizzarla soprattutto dopo la cena, che è il pasto più difficile da digerire in presenza di problemi allo stomaco.

I dolori associati a una cattiva digestione, come bruciore e gonfiore, vengono sconfitti dalla proprietà del finocchio. Quest’ultima è conosciuta con il termine eupeptica: la sua assunzione stimola la produzione di succhi gastrici a favore della digestione.

Per quanto non sia ancora certo che l’estragolo abbia effettivamente un potere così negativo sul nostro corpo, vi sconsigliamo di acquistare le tisane che presentano un’alta percentuale della sostanza. Controllate sempre l’etichetta: bastano pochi minuti per preoccuparci della nostra salute ed evitare danni futuri.

Si sconsiglia la sua assunzione durante la gravidanza, l’allattamento e ai bambini di età inferiore a 4 anni. Dopotutto, la storia ce lo insegna: prevenire è meglio che curare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *